Agevolazioni fiscali acquisto arredo negozio: ecco cosa dice la legge

I mobili nuovi acquistati con la dicitura “beni agevolabili” possono beneficiare di alcune detrazioni fiscali

  • News

Sapevi che i mobili nuovi (arredamento negozio, scaffali, espositori ecc.) possono godere di alcune agevolazioni fiscali?

Secondo la normativa italiana i mobili nuovi godono del credito d'imposta del 10%, sulla fattura, quando viene annotata la dicitura "Beni agevolabili”. La normativa in questione è espressa nell’articolo 1, commi 1054-1058, Legge 178/2020".
 

Ecco cosa è riportato dalla Gazzetta Ufficiale

Ecco il contenuto dell’ articolo 1, commi 1054-1058, della Legge 178/2020:

1054. Alle imprese che effettuano investimenti in beni strumentali materiali diversi da quelli indicati nell'allegato A annesso alla legge 11 dicembre 2016, n.  232, nel  limite  massimo  di  costi ammissibili pari a 2 milioni di euro, nonché'  investimenti  in  beni strumentali immateriali diversi da quelli  indicati  nell'allegato  B annesso alla medesima legge n. 232 del 2016, nel limite  massimo  di costi ammissibili pari a 1  milione  di  euro,  a  decorrere  dal  16 novembre 2020 e fino al 31 dicembre 2021, ovvero entro il  30  giugno 2022, a condizione che entro la data del 31 dicembre 2021 il relativo ordine risulti accettato dal venditore e sia avvenuto il pagamento di acconti  in  misura  almeno  pari  al  20  per  cento  del  costo  di acquisizione, il credito d'imposta è riconosciuto nella  misura  del 10 per cento del costo determinato ai sensi dell'articolo 110,  comma 1, lettera b), del testo unico di cui al decreto del Presidente della Repubblica 22 dicembre 1986, n. 917. Per gli investimenti effettuati mediante contratti di locazione finanziaria, si assume il costo sostenuto dal locatore per l'acquisto dei beni. La misura del credito d'imposta è elevata al 15  per  cento  per  gli  investimenti  in strumenti  e  dispositivi  tecnologici  destinati  dall'impresa  alla realizzazione di modalità di lavoro agile ai sensi dell'articolo  18 della legge 22 maggio 2017, n. 81.


A fronte di quanto espresso, gli arredi, espositori, mobili, banchi e qualsiasi complemento d'arredo per negozi rientra nella categoria dei beni agevolabili.